Industrial systems to combat global warming,increase food, renewable energy. (Synergic Plants-Artificial Welling-Hydroelectric Energy and Sustainable Desalination) SPAWHE(SD)
Industrial systems to combat   global warming,increase food, renewable energy.  (Synergic Plants-Artificial Welling-Hydroelectric Energy and  Sustainable Desalination) SPAWHE(SD) 

http://www.powergeneurope.com/en_GB index.htm. 21 - 23 June, 2016 Milano

POWER-GEN Europe 21 - 23 June, 2016 Milano
Although this important event will take place in Italy, I would not attend for two reasons.
1) As a private citizen I do not have two thousand Euros to spend.
2) If anyone, public or private, had appreciated my presence, he would have invited and sponsored. Instead, nobody reacted to launch on the network of my hydroelectric solutions.
However, my small presence will be equally cumbersome in this conference because the speakers will have to do their homework to answer the following questions they ask my solutions.
1) is possible or not possible produce energy by using only the energy of position of surface water by means of combining pumps and turbines?
1) is possible or not possible get around the gravitational force by means of dual supply pumps on the suction side. In this case, if the
English POWER Gen Europe.pdf
Documento Adobe Acrobat [181.0 KB]
POWER-GEN Europe 21 - 23 June, 2016 Milano
Sebbene questo importante evento avverrà in Italia, io non vi parteciperò per due ragioni.
1) Come privato cittadino non ho duemila euro da spendere.
2) Se qualcuno, pubblico o privato, avesse gradito la mia presenza, mi avrebbe invitato e sponsorizzato. Invece, nessuno ha reagito al lancio in rete delle mie soluzioni idroelettriche.
Tuttavia, la mia piccola presenza sarà ugualmente ingombrante a questo convegno perché i relatori dovranno fare i compiti a casa per rispondere alle seguenti domande che pongono le mie soluzioni.
1) È possibile o non è possibile produrre energia sfruttando solo l’energia di posizione delle acque superficiali per mezzo dell’abbinamento di pompe e turbine?
2) È possibile o non è possibile aggirare la forza gravitazionale per mezzo delle pompe
POWER GEN EUROPE in Italiano.pdf
Documento Adobe Acrobat [102.8 KB]

Although this important event will take place in Italy, I would not attend for two reasons.

1) As a private citizen I do not have two thousand Euros to spend.

2) If anyone, public or private, had appreciated my presence, he would have invited and sponsored. Instead, nobody reacted to launch on the network of my hydroelectric solutions.

However, my small presence will be equally cumbersome in this conference because the speakers will have to do their homework to answer the following questions they ask my solutions.

1) is possible or not possible produce energy by using only the energy of position of surface water by means of combining pumps and turbines?

1) is possible or not possible get around the gravitational force by means of dual supply pumps on the suction side. In this case, if the first hypothesis is true. is possible also generate energy by raising the water and floating versions pressurized with compressed air?

These solutions are based on simple reasoning that until now nobody has been able or willing to disprove scientifically. But this conference has the duty to clarify why the current hydroelectric is the hydroelectric of powerful that live of large contracts and in many cases, damage the environment. This type of hydropower has no reason to exist because almost all hydraulic jumps were exploited. Now is the time of submerged hydropower that would bring oxygen into the polluted waters and that could also lift the nutrients and carbonates from oceanic plains to cool the planet, producing natural fish supply to the population that will grow over nine billion people. But it is also the hydropower of small and medium-sized enterprises which will carry out in urban condos along purifying water and air with artificial rains, it was in vertical limestone and mini greenhouses. But it is also the time of of hydropower pressurized, which produces energy, always with the combination of the dual supply pumps and turbines, consuming only the energy to restore the percentage of air that solubilizes in the water and energy for the recycling water. The water is not compressible and does not need to be raised to produce electrical energy, if it has an energy of natural or artificial position to exploit. The water always retains the shape of the reservoir that contains it also while  is used to produce energy in the turbine, because the large natural or artificial hydrostatic pressure can not oppose to the small residual kinetic energy that comes out from the turbine.  These simple considerations it seems that the existing hydropower producers have not made. We ordinary citizens do not know if they did it or not have done. If they continue to keep quiet we'll never know. I personally, waiting for some answers, I prefer my hydroelectricity. Their energy we know, has already given all he could give, for better or for worse. Mine is the energy of hope on which no one has invested one-euro cent, including the main sponsor of this event, which is the Ministry of Italian Economic Development. What economic development  we can have if the world does not finance prototypes of inventions public utility from a few thousand euro, based on global environmental protection principles, while bringing forward monumental works by billions of euro, as the Moses of Venice, that address specific and local problems, regardless of the reasons for which the waters are becoming higher and regardless even of small inventions like the dual supply pumps that would allow at least to save the expenses for the defense of the territory, although did not produce energy simultaneously, as for myself is this possible?  I will not go to this conference but the answers I aspect too, but I will continue also look for alternative answers because I do not trust people who do not respond spontaneously on public interest issues.

 

 

 

<< VERSIONE ITALIANA >>

 Sebbene questo importante evento avverrà in Italia, io non vi parteciperò per due ragioni.

1)    Come privato cittadino non ho duemila euro da spendere.

2)    Se qualcuno, pubblico o privato, avesse gradito la mia presenza, mi avrebbe invitato e sponsorizzato.  Invece, nessuno ha reagito al lancio in rete delle mie soluzioni idroelettriche.

Tuttavia, la mia piccola presenza sarà ugualmente ingombrante a questo convegno perché i relatori dovranno fare i compiti a casa per rispondere alle seguenti  domande che pongono le mie soluzioni.

1)    È possibile o non è possibile produrre energia sfruttando solo l’energia di posizione delle acque superficiali per mezzo dell’abbinamento di pompe e turbine?

2)    È possibile o non è possibile aggirare la forza gravitazionale per mezzo delle pompe con doppia alimentazione sul lato aspirante. In tale caso, se è vera la prima ipotesi. È possibile produrre energia anche sollevando le acque e in versioni mobile pressurizzata con aria compressa?

Queste soluzioni si basano su semplici ragionamenti che fino ad ora nessuno ha saputo o voluto smentire scientificamente. Ma questo convegno ha il dovere di fare chiarezza perché l’attuale idroelettrico e l’idroelettrico dei potenti che vivono di grandi appalti, che in molti casi danneggiano l’ambiente. Questo tipo di idroelettrico non ha più ragione di esistere perché quasi tutti i salti idraulici sono stati sfruttati. Adesso è il momento dell’idroelettrico sommerso che porterebbe ossigeno nei fondali inquinati e che potrebbe anche sollevare i nutrienti e i carbonati dalle piane oceaniche per raffreddare il pianeta, produrre alimentazione ittica naturale alla popolazione che crescerà oltre i nove miliardi di individui. Ma è anche l’idroelettrico delle piccole e medie imprese che lo realizzerà nei condomini urbani depurando insieme acqua e aria con piogge artificiali, in fosse verticali e mini serre calcaree. Ma è anche il momento dell’idroelettrico pressurizzato, che produce energia, sempre con l’abbinamento delle pompe con doppia alimentazione e turbine, consumando soltanto l’energia per ripristinare la percentuale di aria che si solubilizza nell’acqua e l’energia per il riciclo dell’acqua. L’acqua non si comprime e non ha bisogno di essere sollevata per produrre energia elettrica, se ha un’energia di posizione naturale o artificiale da sfruttare.  L’acqua conserva sempre la forma del serbatoio che la contiene anche mentre viene usata per produrre energia nella turbina, perché la grande pressione idrostatica naturale o artificiale non può opporsi alla piccola energia cinetica residua che esce dalla turbina.  Queste semplici considerazioni sembra che gli attuali produttori di energia idroelettrica non le abbiano fatte.  Noi comuni cittadini non sappiamo se le hanno fatte o non le hanno fatte. Se continuano a tacere non lo sapremo mai. Io personalmente, in attesa di risposte certe, preferisco la mia energia idroelettrica. La loro energia la conosciamo, ha già dato tutto quello che poteva dare, nel bene e nel male. La mia è l’energia della speranza sulla quale nessuno ha investito un centesimo di euro, primo fra tutti lo sponsor principale di questo evento che è il Ministero dello sviluppo economico italiano.  Quale sviluppo economico si può avere se il mondo non finanzia i prototipi di invenzioni di pubblica utilità da poche migliaia di euro, basate su principi di protezione globale dell’ambiente, mentre porta avanti opere faraoniche da miliardi di euro, come il Mose di Venezia, che affrontano problemi specifici e locali, senza curarsi delle ragioni per le quali le acque diventano sempre più alte e senza curarsi nemmeno di piccole invenzioni come le pompe con doppia alimentazione che consentirebbero almeno di risparmiare le spese per la difesa del territorio, anche se non producesse energia contemporaneamente, come per il sottoscritto è possibile? Io non andrò a questo convegno ma le risposte le aspetto ugualmente, ma continuerò anche cercarle altrove perché non ho fiducia di chi non risponde spontaneamente su problemi di pubblico interesse.                     

Contatti Contact

Ci potete contattare al numero -  contact us at the following telephone number:

 

39 0823 796712

 

Potete usare il nostro modulo online. You can

use our online form

Luigi antonio Pezone

 

 

<< Nuova casella di testo >>

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Industrial systems to combat the global warming, increase works, food, renewable energy SPAWHE. Via Caserta, 5 81055 Santa Maria Capua Vetere ITALY luigiantonio.pezone@gmail.com