SPAWHE: SINERGIC PLANTS, ARTIFICIAL WELLING, HYDROELECTRIC (PRESSURIZED) ENERGY. THE INTERACTIVE WORLD SYSTEM THAT PROTECTS THE ENVIRONMENT AND HUMAN HEALTH PRODUCING ENERGY.
SPAWHE: SINERGIC PLANTS, ARTIFICIAL WELLING, HYDROELECTRIC (PRESSURIZED) ENERGY.THE INTERACTIVE WORLD SYSTEM THAT PROTECTS THE ENVIRONMENT AND HUMAN HEALTH PRODUCING ENERGY.

LA FRODE DEL DEBITO PUBBLICO MONDIALE.

(Sedicesima lettera aperta ai Giudici della corte di giustizia internazionale e alle Nazioni Unite)

Nell’anno 2018, con il senno di poi, avremmo dovuto comprendere le ragioni del debito pubblico mondiale, che per il sottoscritto, è cresciuto, soprattutto, per realizzare opere pubbliche, energie, depurazioni sbagliate. Chi ci ha guadagnato da questi investimenti sbagliati sono le borse mondiali che oggi spingono i danneggiati onorare il debito, mentre la scienza mondiale e politici responsabili di tali scelte ignorano i loro errori e organizzano inutili vertici mondiali per fingere di cercare soluzioni che non vogliono trovare.   

Chi ha creato l’universo ci ha messo nelle condizioni di produrre tutta l’energia che serve, di depurare l’ambiente e tutelare la salute umana con poche invenzioni strategiche, che non sono mai state realizzate.  Invece, i consulenti scientifici dei potenti della Terra, dall’avvento dell’era industriale, hanno scelto le soluzioni peggiori dal punto di vista economico e ambientale, creando immensi danni ambientali e immensi debiti pubblici per opere che hanno prodotto più danni che benefici.  Ancora oggi questi consulenti tacciono, sull’energia idroelettrica compressa che sfrutta staticamente l’aria compressa di un autoclave su un liquido incomprimibile come l’acqua o il sangue, che introdotti attraverso una delle entrate di una pompa con la doppia alimentazione separate fino alla girante, mentre con l’altra entrata la stessa pompa ricicla poco più del 50% della portata totale con il liquido pressurizzato.

Non esiste nulla di questo sistema descritto ampiamente su http://www.spawhe.eu, che equilibrando le spinte idrostatiche, consentirebbe l’introduzione del liquido senza pressione nel circuito di riciclo pressurizzato, per produrre energia pulita e depurazione delle acque e del sangue umano, consumando soltanto l’usura dei materiali, facilmente sostituibili con una normale manutenzione. Non lo sanno i consulenti dei potenti della terrà che gli uomini devono essere pronti alla sopravvivenza con energie razionali, economiche e potenti, producibili con sistemi naturali, non soggette a reti di distribuzione a pagamento? Possono essere tante le cause per le quali, per sopravvivere, solo questo tipo di energia ci potrebbe salvare. Pensiamo ai terremoti, maremoti alle inondazioni, alle glaciazioni, all’inversione dei poli magnetici della terra, a un asteroide che investe il pianeta, a una guerra nucleare. La scienza mondiale non ha speso un dollaro in centocinquanta anni di sviluppo tecnologico nella giusta direzione. Le soluzioni di SPAWHE dovrebbero essere considerate patrimonio dell’umanità, invece tutti i potenti e i loro consulenti nascondono la testa sotto la sabbia per evitare crolli in borsa. Perfino Le Nazioni Unite e i Giudici internazionali non sanno che pesci prendere. Io non sono contro l’euro e l’Europa. Io sono per una moneta unica mondiale e un’organizzazione scientifica del lavoro mondiale, che prescinde dai singoli governi e detta le regole generali per la tutela dell’ambiente e la salute umana. 

Ma al punto in cui siamo, con le ipocrisie che emergono ogni giorno per difendere interessi che danneggiano tutti, e auspicabile che la verità scientifica globale venga fuori. Per salvare l’umanità ci vorrebbe un crollo mondiale delle borse e ripartire dalle origini dei sistemi industriali. Bisognerebbe incominciare dalle scuole superiori a insegnare di nuovo i principi fondamentali della conservazione dell’energia partendo dalla fluido dinamica razionale e non dalla termodinamica e dal nucleare che aprono cicli che non riescono a chiudere.  Non lo sanno i consiglieri scientifici dei governi che tutte le pompe centrifughe creano al centro della girante una depressione che fa entrare il liquido dall’esterno, se c’è un flusso continuo del liquido pressurizzato all'uscita della pompa? Non lo sanno che se aumentiamo la pressione dal lato aspirante diminuisce la prevalenza e la potenza assorbita del motore della pompa? Non lo sanno che possiamo ottenere lo stesso effetto incrementando la pressione solo su metà della portata della pompa perché, per il principio di Pascal nella girante in rotazione la pressione maggiore si espande nella intera sezione del flusso? Non comprendono che alimentando in questo modo un’autoclave pressurizzata con l’aria compressa (riciclando il 50% della portata pressurizzata in mezza sezione dell’ingresso nella girante) risparmiamo un’immensa quantità di energia per far entrare il liquido non pressurizzato nell’autoclave?  Non comprendono che se interrompiamo il flusso in uscita dell’autoclave si interrompe anche l’entrata del liquido esterno, mentre quello riciclato internamente continua a circolare in quanto non varia il volume dell’acqua interna all’autoclave?     

E’ ovvio che se l uscita dell’autoclave è una turbina, questa sfrutta l’energia cinetica e la caduta di pressione della portata del liquido che entra dall’esterno per produrre energia elettrica secondo il principio di Torricelli? E anche ovvio che chi fa uscire il liquido attraverso la turbina è l’aria compressa, che non potendo espandersi, espelle la stessa quantità di liquido che entra nel circuito di riciclo attraverso la pompa?  Di conseguenza,  noi consumiamo pochissima energia con il motore della pompa che ricicla il liquido internamente all’autoclave e introduce quello recuperato alla pressione atmosferica. Ma contemporaneamente, produciamo un’alta quantità di energia attraverso il generatore di corrente che sfrutta la pressione dell’autoclave ma non la consuma perché il livello del liquido nell’autoclave non cambia, anzi aumenta leggermente a causa dei gas che si dissolvono nel liquido per effetto delle leggi di Henry e Dalton. Essendo i gas atmosferici neutri, a parte l’ossigeno che depura, possiamo dire che la produzione di energia, fin dall'avvento industriale, avrebbe potuto depurare l'ambiente e in tempi più recenti e futuri, anche il corpo umano, quando si ammala gravemente, come descritto in http://www.spawhe.eu/cuore-artificiale-ossigenatore-del-sangue-autonomo-energeticamente/

Se i consulenti scientifici dei potenti della terra continuano a sbagliare e nascondersi, come stanno facendo dall’avvento dell’era industriale, l’inquinamento continua ad aumentare insieme al riscaldamento globale, il debito pubblico a crescere per riparare i danni e per pagare combustibili fossili e nucleari che non servono. Ma non servono nemmeno le batterie e le reti di distribuzione elettrica, perché l’energia si produce e si consuma nello stesso posto.  Non servono nemmeno i pannelli solari e le pale eoliche che hanno bassi rendimenti, non potendo sfruttare l’energia di pressione statica, che nel corpo umano consentirebbe di inviare ossigeno al cervello anche in condizioni estreme. Mentre nelle applicazioni urbane, industriali, nei mezzi di trasporto il rapporto tra l’energia spesa e consumata, sale a centinaia di volte, dipendendo dalla differenza di pressione dell’autoclave rispetto a quella atmosferica. Non servono gran parte dei depuratori perché, come detto, l’acqua e il sangue assorbono ossigeno ogni volta che attraversano l’autoclave per produrre energia. Oggi sprechiamo immense quantità di energia per immettere ossigeno nell’acqua per mezzo di compressori e soffianti, mentre la legge di Henry che ci indica come farlo gratis è stata pubblicata nel 1803.  Occorre una indagine mondiale per comprendere le oscure origini del debito pubblico mondiale e le ragioni per le quali i potenti della terra non vogliono realizzare le invenzioni sostenibili. Ma chi può fare questa indagine di fronte agli immensi silenzi della scienza sui sistemi depurativi globali pubblicati in http://www.spawhe.eu/european-environmental-competition/, http://www.spawhe.eu/the-reasons-of-lack-protection/, http://www.spawhe.eu/closing-the-anthropogenic-carbon-cycle/,http://www.spawhe.eu/the-role-of-biological-energy/,  e sulle energie interattive perseguitate dagli uffici brevetti con l’accusa di creare  l’energia dal nulla,  che sono pubblicate in:

 http://www.spawhe.eu/impariamo-a-estrarre-meglio-l-energia-dall-mbiente/,           http://www.spawhe.eu/un-nuovo-modello-di-sviluppo-con-energie-interattive/, http://www.spawhe.eu/compressed-air-is-much-more-powerful-and-economic-of-hydrogen/, http://www.spawhe.eu/un-nuovo-modello-di-sviluppo-con-energie-interattive/, http://www.spawhe.eu/defend-the-environment-and-the-territory-by-producing-energy/, http://www.spawhe.eu/hydroelectric-power-auto-with-torque-peripheral-to-the-wheels/, http://www.spawhe.eu/relativty-and-technology-in-the-new-hydroelectric-energy/, http://www.spawhe.eu/relativty-and-technology-in-the-new-hydroelectric-energy/, http://www.spawhe.eu/le-civilta-perdute-il-pensiero-di-einstein-e-l-energia-di-sopravvivenza/,

I vertici mondiali organizzati dalle nazioni unite non sanno di cosa parlo nonostante le innumerevoli lettere aperte indirizzate dal sottoscritto ai giudici internazionali e alle stesse Nazioni Unite (questa è la sedicesima). Il problema anche sfugge ai vertici G7, dove per la prima volta partecipa un governo votato a maggioranza da giovani disoccupati e persone escluse dai centri di potere Italiani, compreso il premier, prof. Giuseppe Conte, diventato premier per caso, non essendosi candidato. Io penso che sia una buona scelta, essendo il professor Conte un giurista che lotta conto la burocrazia, ma io ritengo come ho già scritto, nelle citate pubblicazioni che il debito pubblico lo hanno creato soprattutto le cattive progettazioni, pubbliche e private, che ancora non hanno individuato come ottenere i massimi rendimenti energetici e depurativi dalle attuali conoscenze scientifiche e tecnologiche. Le energie inquinanti e insostenibili e le cattive depurazioni sono una calamità ancora superiore al debito pubblico, perché non solo bisogna pagarle producono anche danni ambientali e sanitari che comportano altri costi.

 I silenzi raccolti dal sottoscritto che ha individuato queste soluzioni, che non possono sbagliare, essendo basate sull’esperienza di una vita di lavoro e molte riflessioni da pensionato. Queste soluzioni, che costituiscono un modello di sviluppo alterativo, non solo non sono costate nemmeno un dollaro o euro ai centri di ricerca mondiali, con i loro silenzi, dimostrano che non vogliono nemmeno sperimentarli. Queste soluzioni fanno paura perché non nascono dal nulla, ma dalla analisi e dalla correzione degli impianti energetici e depurativi realizzati in tutto il mondo. 

Io non mi rivolgo solo al nuovo governo italiano ma a tutti coloro che nel mondo intero, sono in grado di comprendere problemi tecnici scientifici e di organizzazione del lavoro, perché i problemi si affrontano entrando nei dettagli delle soluzioni. La ricchezza e il lavoro si possono produrre solo con impianti progettati perfettamente che non aprono cicli che non possono chiudere e che chiudono tutti i cicli che aprono immediatamente, sia nei sistemi industriali, che ambientali, che energetici. Questo non possono  comprenderlo i nuovi politici italiani. Lo devono comprendere prima i tecnici in grado di fare ragionamenti trasversali tra applicazioni scientifiche e tecnologiche, i quali non sono molti nel mondo,  perché le scienze e le tecnologie lavorano a compartimenti stagni. Alcuni di questi tecnici non possono parlare per precise disposizioni aziendali. Questo spiega il silenzio che circonda le pubblicazioni di http://www.spawhe.eu

Tuttavia, non ci sono alternative. Se non vogliamo essere ricattati da coloro che hanno creato il debito pubblico e oggi ci ricattano perché pretendono il pagamento del debito, dobbiamo rottamare le opere pubbliche e private sbagliate e portare avanti soltanto quelle sostenibili che chi vuole rappresentare le classi meno abbienti deve imparare a progettare da solo, pendendo solo i componenti dalle varie multinazionali.  Questo chi ha vinto le elezioni in Italia non lo ha ancora compreso, ma il problema è mondiale.  Io penso che se dimostriamo di aver ragione, anche con semplici prototipi, gli speculatori incominceranno a comprendere che la loro ricchezza non vale niente. Gli errori di progettazione mondiali sono stati troppi. Se non li correggono coloro che li hanno prodotti, i paesi indebitati non possono sostenerli all’infinito, continuando a pagare energie e depurazioni che potrebbero costare cento volte di meno.

Noi abbiamo il dovere di prepararci a sopravvivere meglio anche di fronte alle calamità naturali e alle grandi malattie sociali e dell’invecchiamento naturale. Questi nuovi obiettivi di salvezza non li raggiungeremo mai se aspettiamo che chi ha sbagliato le progettazioni inquinando inutilmente l’ambiente e danneggiando altrettanto inutilmente la salute umana, investa spontaneamente nelle soluzioni opposte ai loro attuali interessi.    

Al G7 che si sta svolgendo in Canada si parla di falsi problemi, soprattutto di dei dazi che vuole imporre Trump al mondo intero. Nessuno si accorge che è tutto da rifare perché sono stati sbagliati i principi fondamentali dell’ambiente e dell’energia. E’ meglio far crollare le borse che continuare a pagare debiti che noi non  possiamo pagare e riprogettare tutto di nuovo in modo più semplice e razionale. Probabilmente, converrebbe anche agli stessi Stati uniti che sono più indebitati di noi italiani.

Cordiali saluti

Luigi Antonio Pezone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FRODE DEL DEBITO PUBBLICO MONDIALE
Nell’anno 2018, con il senno di poi, avremmo dovuto comprendere le ragioni del debito pubblico mondiale, che per il sottoscritto, è cresciuto, soprattutto, per realizzare opere pubbliche, energie, depurazioni sbagliate. Chi ci ha guadagnato da questi investimenti sbagliati sono le borse mondiali che oggi spingono i danneggiati onorare il debito, mentre la scienza mondiale e politici responsabili di tali scelte ignorano i loro errori e organizzano inutili vertici mondiali per fingere di cercare soluzioni che non vogliono trovare.
Chi ha creato l’universo ci ha messo nelle condizioni di produrre tutta l’energia che serve, di depurare l’ambiente e tutelare la salute umana con poche invenzioni strategiche, che non sono mai state realizzate. Invece, i consulenti scientifici dei pot
LA FRODE DEL DEBITO PUBBLICO MONDIALE CR[...]
Documento Adobe Acrobat [99.3 KB]

Contatti Contact

Ci potete contattare al numero -  contact us at the following telephone number:

 

39 0823 796712

 

Potete usare il nostro modulo online. You can

use our online form

Luigi antonio Pezone

 

 

<< Nuova casella di testo >>

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Industrial systems to combat the global warming, increase works, food, renewable energy SPAWHE. Via Caserta, 5 81055 Santa Maria Capua Vetere ITALY luigiantonio.pezone@gmail.com