SPAWHE Synergic Plants-Artificial Welling- Hydroelectric (pressurized) Energy energy purification system and marine food production
 SPAWHE Synergic Plants-Artificial Welling-Hydroelectric (pressurized) Energyenergy purification system and marine food production   

Environmental inventions are like swallows. One does not make a summer. Must be many and traveling in the same direction. For this has been invented SPAWHE. Without SPAwhe worldwide environmental authorities work in the dark, as blind, in the book "BLINDNESS" of Jose Samarango.

Le invenzioni ambientali sono come le rondini. Una sola non fa primavera. Devono essere molte e viaggiare nella stessa direzione. Per questo è stata inventata SPAWHE. Senza SPAWHE le autorità mondiali dell'ambiente lavorano al buio, come ciechi, nel libro "CECITA" di Josè Samarago.

 

Abstract English 

THE FUTURE OF ENERGY IS HYDROELECTRIC, BUT NOT THE PRESENT HYDRO POWER.

 When I retired in 2006 I decided to devote myself to the design of new purification systems, mainly based on synergies between different scientific and technological disciplines, because I understood that the present treatment plants and energy are not complete and do not express fully their own potential for the absence of synergies that, unfortunately, in many cases, can not be manufactured in the factories of the components, that serve to build the systems, but must be implemented directly on the territory, integrating with the characteristics of the environment in which it operates. In almost ten years of experience of the inventor, I produced about thirty deposits of national patents, one was turned into European depot, four internationally registered, but I never found public and private partners, who have understood the importance of synergies. I had to give up to pursue my projects, not for the opposition but for the silence collected by the authorities and employers. But the modest progress in the fight against global warming are giving reason to my environmental proposal. These solutions are summarized in the website http: //www.SPAWHE.eu, which is an acronym for a complete industrial system to combat global warming, where SP = Sinergic Plants, AW = Artificial Welling, HE = hydroelectric energy. The system would be called only SPAW as I thought that the sector most neglected in the world was and is cleansing, while the energy sector is super crowded with companies and technical super qualified, having the energy business value higher than water and the purified air. Therefore in SP I thoroughly treated the cleaning of fossil energy and the neutralization of CO2, as you can learn in the documentation published in the site. It was not my intention to experiment with the fierce competition on the new energy, knowing the limits of my experience and knowledge. But studying the AW system, I had to deepen the concepts that generate hydraulic underwater currents, the compressibility of the liquid, the principle of communicating vessels, therefore, I realized that hydropower could also be produced with hydropower submerged, that would have low production costs and also a protective effect of the environment, bringing in polluted seabed oxygen of surface waters. Therefore, with the filing of patent hydropower submerged, carried out the 06/10/2014, the complete system of protection of the environment, created by me became SPAWHE, and to make it known I created the website cited above. But a year later even the submerged hydro has not aroused the interest of the environmental authorities. Now I wonder, how they want to solve environmental problems if they are silent even in the face of energy production, not neutral, but protective of the environment?  After spending my few savings to extend internationally the SP system without finding interlocutors and after seeing the AW system collapse in bureaucracy Italian, without even get to be examined by the European Patent Office, the undersigned has decided not to extend international hydropower submerged but to insist on the same subject, patenting terrestrial applications that use the same hydraulic principles. There are eleven months to find partners without hypocrisy. THE market is large, there is work for all, only one company, however large, can not cover the whole world. It is necessary to overcome the current public contract specifications that force the contractors to do monstrous works to produce hydroelectric power with hydraulic jumps. In fact, the latest inventions of myself change completely the way we produce hydropower, introducing the water recycling system, in fixed and mobile versions. In fact, with the invention of the dual supply pumps on the suction side, you can turn all the existing water lifting equipment in water recycling plants in open vessel, where the outlet geodetic level coincides with the inlet level. In these plants you can be inserted turbines that produce energy. Being state of the art, the hydraulic lifting the major energy absorbers of the planet, we can say that doing the sum, of the energy that we will save and what we will produce using the force of gravity and the hydrostatic head in the turbine, The energy performance of the plants becomes hundreds of times higher of fossil energy produced in the current thermal plants (which are the current producers of energy at lower cost, particularly, with gas and coal, regardless of the fact that pollute and produce CO2). But also the cost of hydroelectric plants is reduced by hundreds of times because to produce this type of energy is not necessary to flood the mountain valleys and even build dams, which are works of high engineering, but from the point of view of environmental and economic, in most cases, the real disaster. While the new system, being able to produce energy even in a condominium, we will not need large power supply networks and hydraulics.  But applying the same principles in hydraulic mobile plants in pots indoors, in a few decades, we will not need even distributors of fuels along the roads. In fact, the current generators of hydroelectric pressurized with compressed air or gas, may be mounted on the means of transport. They do not consume water, which will be recycled with low energy consumption by means of low prevalence for the pump with dual power supply (because the water is not compressed, and does not lift, but it recycles in circuits in which is made to coincide the pressure head in suction and delivery ). These perpetual current generators will consume only a small percentage of air or pressurizing gas that are solubilized in the water, that can be integrated with a small compressor on board the machine, or with a mini super compressed tank equipped with pressure regulators. If as we said the future of hydropower in the fixed version will be hundreds of times cheaper than fossil, We can say the same for the mobile energy, for the simple reason that the mechanics of engines will be much simpler, but above all, because we will not have to pay the fuel and we will have self service almost endless. This is important especially if we think of all the fuel that must transport planes and ships that become hazardous in case of accidents, regardless of pollution. No matter if in mobile system only 50% of recycled water will produce energy. Although the engines hydroelectric compressed require more space than an internal combustion engine, eliminating the fuel tanks and the cooling radiators, much of the space that serves as we recovered. If we think that the current heat engines have employed 120 years to reach the current technology, with trillions of investment and millions of technicians divided into about five generations, the engine hydropower is still a year zero. It 'just a hydraulic schematic greeted with silence, like all inventions sustainable myself. Meanwhile, those who should respond, continue to finance treatment plants that do not function, dams, reservoirs, drilling of underground and seabed in search of black gold. All things that do not serve in the society of the future. Even the solar and wind energy will have to be scaled down because bulky and low performance. If they can not compete with the fossil, they cannot expect to compete with the future hydropower that will be similar to perpetual motion.  The official presentation of my hydroelectric system fixed, mobile and submerged is shown  on the website http://www.SPAWHE.eu on "The energetic perpetual motion" page.

Best regards

Luigi Antonio Pezone.

 

Riassunto Italiano

 

IL FUTURO DELL’ENERGIA E’ IDROELETTRICO, MA NON E’ L’IDROELETTRICO ATTUALE.

Ricerca di partner senza ipocrisie

I

A Quando nel 2006 sono andato in pensione ho deciso di dedicarmi alla progettazione di nuovi sistemi depurativi, basati soprattutto sulle sinergie tra  diverse discipline scientifiche e tecnologiche,  poiché avevo compreso che  gli attuali impianti depurativi ed energetici non sono completi e non esprimono interamente le loro potenzialità proprio per l'assenza di sinergie che, purtroppo, in molti casi, non possono essere prodotte nelle fabbriche dei componenti, che servono per costruire gli impianti,  ma devono essere realizzate direttamente sul territorio, integrandosi con le caratteristiche dell’ambiente nel quale si opera . Nella quasi decennale esperienza d'inventore, ho prodotto circa trentadue depositi di brevetti nazionali, Uno è stato trasformato in deposito europeo, quattro in depositi internazionali, ma non ho mai trovato partner pubblici e privati, che hanno compreso l’importanza delle sinergie. Ho dovuto rinunciare a portare avanti i miei progetti, non per l’opposizione ma per i silenzi raccolti da parte delle autorità e degli imprenditori. Ma gli scarsi progressi nella lotta al riscaldamento globale stanno dando ragione alle mie proposta ambientali. Tali soluzioni sono riassunte nel sito web http://www.SPAWHE.eu , che è l’acronimo di un sistema industriale completo per combattere il riscaldamento globale, dove SP = Sinergic Plants, AW = Artificial Welling, HE = hydroelectric energy. Il sistema avrebbe dovuto chiamarsi solo SPAW poiché ritenevo che il settore più trascurato a livello mondiale era ed è quello depurativo, mentre il settore energetico è super affollato di aziende e tecnici super qualificati, avendo l’energia un valore commerciale superiore rispetto all’acqua e all’aria depurata.  Pertanto nel settore SP ho trattato ampiamente la pulizia dell’energia fossile e la neutralizzazione del CO2, come si può approfondire nella documentazione pubblicata nel sito. Non era mia intenzione cimentarmi con l’agguerrita concorrenza sulle nuove energie, conoscendo i limiti delle mie esperienze e conoscenze.  Ma studiando il sistema AW, ho dovuto approfondire i concetti idraulici che generano le correnti sottomarine, l’incomprimibilità dei liquidi, il principio dei vasi comunicanti, pertanto, mi sono accorto che l’energia idroelettrica potrebbe essere prodotta anche con l’idroelettrico sommerso, che avrebbe bassi costi di produzione e anche un effetto protettivo dell’ambiente, portando nei fondali inquinati l’ossigeno delle acque superficiali. Pertanto, con il deposito di brevetto dell’idroelettrico sommerso, effettuato il 06/10/2014, il sistema completo di protezione dell’ambiente, ideato dal sottoscritto è diventato SPAWHE, e per farlo conoscere ho creato il sito web sopra citato.  Ma a un anno di distanza nemmeno l’idroelettrico sommerso ha suscitato l’interesse delle autorità ambientali. A questo punto mi chiedo, come vogliono risolvere i problemi ambientali se tacciono anche di fronte alla produzione energetica, non neutrale, ma protettiva dell’ambiente? Dopo aver speso i miei pochi risparmi a estendere a livello internazionale il sistema SP senza trovare interlocutori e dopo aver visto il sistema AW crollare nei meandri della burocrazia italiana, senza nemmeno arrivare ad essere esaminato dagli ufficio del brevetto europeo, il sottoscritto ha deciso di non estendere a livello internazionale l’idroelettrico sommerso ma di insistere sullo stesso argomento, brevettando applicazioni terrestri che sfruttano gli stessi principi idraulici. Ci sono undici mesi di tempo per cercare partner senza ipocrisia. IL mercato è grande, c’è lavoro per tutti, una sola azienda, per quanto grande, non può coprire il mondo intero. E’ necessario superare gli attuali capitolati di appalto pubblici che costringono alla realizzazione di opere mostruose per produrre energia idroelettrica con i salti idraulici. Infatti, le ultime invenzioni del sottoscritto cambiano completamente il modo di produrre l'energia idroelettrica, introducendo nel sistema il riciclo dell’acqua, in versione fissa e mobile. Infatti, con l’invenzione delle pompe con doppia alimentazione sul lato aspirante, è possibile trasformare tutti gli impianti di sollevamento delle acque attuali in impianti di riciclo dell’acqua in vaso aperto, nei quali il livello geodetico in mandata coincide con quello aspirante. In questi impianti si possono inserire delle turbine idrauliche che producono energia. Essendo, allo stato dell’arte, i sollevamenti idraulici i maggiori assorbitori di energia del pianeta, possiamo dire che facendo la somma algebrica, tra l’energia che risparmieremo e quella che produrremo sfruttando la forza di gravità e il battente idrostatico nella turbina, Il rendimento energetico degli impianti diventa centinaia di volte superiore all’energia fossile prodotta negli  attuali impianti termici (che sono gli attuali produttori di energia di minor costo, soprattutto, gas e carbone, a prescindere dal fatto che inquinano e producono CO2). Ma anche il costo degli impianti idroelettrici viene ridotto di centinaia di volte poiché per produrre questo tipo di energia non è necessario allagare le valli di montagna e nemmeno costruire dighe, che sono opere di alta ingegneria, ma dal punto di vista ambientale ed economico, nella maggioranza dei casi, degli autentici disastri.  Poiché, con il sistema suddetto, potremo produrre energia, anche in un condominio, non avremo bisogno di grandi reti di distribuzione elettrica e idraulica. Ma applicando gli stessi principi idraulici anche in impianti mobili in vaso chiuso, tra qualche decennio, non avremo bisogno nemmeno dei distributori di carburanti lungo le strade. Infatti, i generatori di corrente idroelettrica pressurizzati con aria o gas compressi, potranno essere montati sui mezzi di trasporto. Non consumeranno l’acqua, che sarà riciclata con basso consumo energetico per mezzo della bassa prevalenza necessaria alla pompa con doppia alimentazione (perché l’acqua non si comprime, e non si solleva, ma si ricicla nei circuiti in cui si fa coincidere l’altezza piezometrica di aspirazione e mandata). Questi generatori di corrente perpetui, consumeranno soltanto una piccola percentuale di aria o dei gas di pressurizzazione che si solubilizzano nell’acqua, che potranno essere integrati con un piccolo compressore a bordo macchina, oppure con un mini serbatoio super compresso dotato di riduttori di pressione.   Se come abbiamo detto l’energia idroelettrica del futuro in versione fissa sarà centinaia di volte più economica di quella fossile, possiamo dire altrettanto anche per l’energia mobile, per le semplici ragioni che la meccanica dei motori sarà molto più semplice, ma soprattutto, perché non dovremo pagare i combustibili e avremo autonomie di servizio quasi infinite. Questo è importantissimo soprattutto se pensiamo a tutto il carburante che devono trasportare gli aerei e le navi che diventa pericoloso in caso d’incidenti, a prescindere dall’inquinamento. Non importa se negli impianti mobili solo il 50 % dell’acqua riciclata potrà produrre energia. Anche se i motori idroelettrici compressi richiederanno maggiore spazio rispetto a un motore termico, eliminando i serbatoi dei combustibili e i radiatori di raffreddamento, gran parte dello spazio che serve lo avremo recuperato. Se pensiamo che   gli attuali motori termici hanno impiegato 120 anni a raggiungere l’attuale tecnologia, con migliaia di miliardi d’investimenti e milioni di tecnici divisi in circa cinque generazioni, il motore idroelettrico è ancora all’anno zero. E’ solo uno schema idraulico accolto con il silenzio, come tutte le invenzioni sostenibili del sottoscritto. Nel frattempo, coloro che dovrebbero rispondere, continuano a finanziare depuratori che non funzionano, dighe, bacini idrici, perforazioni del sottosuolo e dei fondali alla ricerca dell’oro nero. Tutte cose che non servono alla società del futuro. Persino il solare e l’eolico dovranno essere ridimensionati perché ingombranti e di basso rendimento. Se non possono competere con il fossile, non possono pensare di competere con il moto perpetuo assimilabile alla futura energia idroelettrica. La presentazione ufficiale del mio sistema idroelettrico fisso, mobile e sommerso è riportata (anche in italiano) sul sito web http://www.SPAWHE.eu alla pagina “The perpetual energetic motion”

Cordiali Saluti

Luigi Antonio Pezone. 

<< Nuova casella di testo >>

Contatti Contact

Ci potete contattare al numero -  contact us at the following telephone number:

 

39 0823 796712

 

Potete usare il nostro modulo online. You can

use our online form

Luigi antonio Pezone

 

 

<< Nuova casella di testo >>

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Industrial systems to combat the global warming, increase works, food, renewable energy SPAWHE. Via Caserta, 5 81055 Santa Maria Capua Vetere ITALY luigiantonio.pezone@gmail.com